HOME   |   CONTATTI   RICERCA PRODOTTI   |   AZIENDA   |   CAVI CANDELE   |   BOBINE   |   TERGY   |   INFORMAZIONI   |   DISTRIBUZIONE  AREA CLIENTI
 
   
CAVI CANDELE    
Dettagli tecnici > Diagnosi dei cavi candele > informazioni
 
 
»  Requisiti dei cavi candele
»  Tecnologie per i cavi candele
»  Cavi in rame con restitore
»  Cavi con resistenza al carbonio
»  Cavi con reattanza induttiva
»  Come misurare la lunghezza dei cavi candele?
»  Legenda connessioni candele, distributore e bobina
»  Dettagli tecnici
Nozioni di base
CompatibilitÓ elettromagnetica
La resistenza elettrica
Consigli per il montaggio
Diagnosi dei cavi candele
 
Newsletter
Invia questa pagina
Cerca
 
 
 
 
FAREM
Contrada Rondinelle snc
75100 Matera (MT) - Italy

Tel: +39 0835 262747
Fax: +39 0835 264919

Email: info@faremitalia.it
 
 
   
Test dei cavi candele
Il primo controllo a cui sottoporre il cavo candela è quello visivo.
Nel caso si riscontri poroso o con incrinature, se i contatti sono ossidati o verificate altri danni, devono essere senza indugi sostituiti.
Se invece il suddetto controllo non riscontri niente di anomalo, è possibile effettuare la misurazione del suo funzionamento con il multimetro.
L’operazione non è complicata:

  1. Impostare il multimetro a 20 kΩ
  2. Applicare un contatto a ciascuna delle estremità del cavo
  3. Leggere la resistenza
Le resistenze consentite sono:

Cavo con anima in rame: da 1 a 6,5 kΩ

Reattanza induttiva e resistenza al carbonio: Il valore si calcola a partire dalla resistenza per metro moltiplicata per la lunghezza del cavo, più il margine di tolleranza

Cavi con reattanza induttiva: Qui la resistenza può essere compresa tra 2,2 kΩ e 8 kΩ

Cavi con resistenza al carbonio: La resistenza per ogni metro di cavo è compresa tra 10 kΩ e 23 kΩ
  informazioni
 Diagnosi cavi candele
Usura dei cavi candele
Test dei cavi candele
 
 
       
www.faremitalia.it  
Farem Italia    Company Info    Privacy Credits: basilicatanet.com